SEO di base, come farla su wordpress?
Il mondo della Seo ti è sconosciuto e ti sembra impraticabile? Oggi vogliamo darti qualche consiglio per ottimizzare le pagine del tuo sito wordpress.

Di cosa parleremo in questo articolo?

  • Cos’è la SEO (in poche parole)
  • Perchè è importante per il proprio sito e contenuti?
  • Cosa FA Yoast
  • Consigli utili 

Cos’è la SEO?

SEO nient’altro è che l’acronimo di Search Engine Optimization. Questa sigla racchiude al suo interno tutte le attività che hanno come fine quello di migliorare il posizionamento del proprio sito/pagina nei motori di ricerca. Questa definizione di massima nasce per inquadrare l’argomento del quale stiamo parlando: attività di modifica su pagine per “parlare” una lingua comprensibile ai motori di ricerca che dovrebbero consigliarci agli utenti.

Perchè è importante per il proprio sito e contenuti?

Fare un buon lavoro di ottimizzazione ci permetterà di essere più visibili quando gli utenti cercheranno noi oppure delle parole chiave (keyword) per le quali abbiamo deciso di posizionarci.

Il mondo della SEO è davvero ampio e comprende molte best practice utili ad ottenere un posizionamento sempre migliore, nel nostro articolo di oggi vogliamo però concentrarci sull’ottimizzazione di articoli del blog, oppure delle pagine del sito in WordPress, utilizzando un plugin molto noto e intuitivo (senza menzionare gratuito): Yoast.

Cosa FA Yoast

Questo plugin dà un punteggio al nostro contenuto (che sia un articolo o una pagina) in relazione alla/e keyword che abbiamo deciso di inserire. ATTENZIONE: questo non ci da la sicurezza che il nostro contenuto sia visto da chi cerca quella parola, ma aumenta le probabilità che questo succeda. 

Prendiamo ad esempio un articolo dell’area blog, una volta scritto (e vi consigliamo di scriverlo già con la Keyword in mente) e caricato sul proprio sito wordpress, verrà analizzato secondo due aspetti:

  • Leggibilità
  • SEO

La leggibilità farà direttamente riferimento alla difficoltà di lettura del nostro testo, alla sua struttura (titoli, sottotitoli, paragrafi) e alla lunghezza. La SEO invece metterà sotto la lente d’ingrandimento il nostro testo in relazione alla parola chiave da noi scelta. Per far sì che “yoast” ci dia luce verde sul testo (vedrete effettivamente una sorta di semaforo) dovremo probabilmente mettere mano al nostro testo in modo tale da soddisfare le richieste del plugin. Le più comuni:

  • Ripetizione della nostra parola chiave (preferibilmente anche nel titolo e sicuramente nel primo paragrafo) per un numero adeguato di volte all’interno del contenuto
  • Buona divisione in paragrafi del testo, una lunghezza media delle frasi e l’utilizzo di titoli, sottotitoli ecc.
  • Complessità delle frasi (prende in considerazione lunghezza, terminologia, forme verbali e elementi di transizione all’interno del testo).
  • Inserimento del testo alternativo per le immagini contenute, questo deve descrivere l’immagine ed essere attinente alla keyword (meglio se coincidente).
  • Il completamento di descrizione, title, slug con l’inserimento della keyword e nella lunghezza consigliata.

Ogni “problema” riscontrato da Yoast verrà segnalato e corredato di un metodo per essere risolto.

Come anticipavamo avere “luce verde” da questo Plugin per la vostra SEO su WordPress non vi assicurerà dei risultati, ma vi permetterà di avere maggiori chance in caso di ricerche correlate al vostro brand/argomento. La SCELTA della parola chiave migliore chiaramente è un altro paio di maniche, in questo caso entrano in gioco altre dinamiche e strategie di business, che comprendono, tra le altre:

  • numero di ricerche correlate,
  • notorietà dell’argomento,
  • competitors posizionati in modo simile al nostro.

Ecco allora qualche consiglio utile se non potete usufruire di YOAST:

  • Dividete sempre il vostro contenuto in paragrafi, preferibilmente corredati da titoli e sottotitoli.
  • Cercate di usare parole semplici, quando possibile, e di mantenere i periodi corti.
  • Evitate le forme passive o i periodi eccessivamente complessi.
  • In un punto elenco o in paragrafi successivi, provate ad iniziare la frase con parole sempre diverse.
  • All’interno del testo usate forme di transizione tra una frase e l’altra per rendere più scorrevole il testo.
  • Ricordate che state scrivendo per delle persone e non solo per la SEO, rendete i vostri testi comprensibili, utili e coinvolgenti.
  • Inserite all’interno del vostro articolo almeno un link che rimandi ad una pagina/contenuto del vostro sito e possibilmente un link esterno (ad un altro sito)

Volete sapere di più sulla gestione SEO e scoprire cosa possiamo fare per voi? Contattaci a info@rationalfeelings.com