5 consigli per un testo senza errori.

Pubblicare o mandare in stampa a cuor leggero? Un modo per farlo non esiste. Sentirai sempre quella leggera ansia di mancata perfezione. 
Come fare allora per essere quanto più sicur* possibile?

Ecco la nostra personale TO-DO list prima di premere invia su qualsiasi testo!

  1. Scrivi e rileggi il paragrafo
  2. Fai una pausa
  3. Stampa
  4. Rileggi in modo non sequenziale e approfondito
  5. Correggi e rileggi

Vediamo nel dettaglio ogni punto e preparati a pubblicare testi Error-free.

  1. Quando scrivi ritagliati un momento per rileggere quello che hai appena digitato, un paragrafo alla volta. Se invece il tuo processo creativo necessita di uno stream of consciousness indisturbato, allora fai una prima rilettura a pezzi una volta finito.
  1. Fai una pausa. Questo punto è importantissimo soprattutto se il tuo testo è stato complicato da scrivere e ti sei fermat* a leggere più volte. Hai bisogno di staccare gli occhi dal monitor. Alzati, fatti un caffè (se studi o lavori all’80% sarai in debito di sonno e quindi amico della caffeina) due passi e magari uno scroll veloce di Instagram.
  1. Stampa. Non sembrerà la scelta più ecologica, ma è davvero importante per evitare molti errori e può diventare sostenibile utilizzando qualche accortezza:
    – Usa carta riciclata o già stampata su un lato (qualcuno ha detto lettere della banca?).
    – Non stampare foto, margini eccessivi o sfondi colorati, manda in stampa solo il tuo testo.
    – Una volta finito il tuo lavoro ricicla tutto nella carta (!) oppure, se non hai stampato fronte e retro, riusala sull’altro lato!
  1. Rileggi il tuo testo su carta, correggi se necessario. Per essere sicur* di non aver lasciato nessun piccolo refuso ti consiglio due metodi di lettura:
    – Leggi a sillabe. Si è lungo e noioso come sembra, ma sillabare le parole ti aiuterà a verificarne la correttezza (le A e le E si confondono molto facilmente se non si legge con grande attenzione, prendere una sillaba per volta ti aiuterà a scovare il punto in cui le tue dita sulla tastiera si sono concesse un po’ di autogestione).
    – Leggi le parti del tuo testo in modo non sequenziale, parti dall’ultimo paragrafo, salta a quello centrale e così via. Fare questo ti aiuterà a non leggere in modo condizionato dal sapere che cosa “c’è dopo” concentrandoti quindi solo sulla correttezza grammaticale (se gli errori sono di senso torna al punto uno e riscrivi!).
  1. Correggi e rileggi nuovamente. Anche soltanto da monitor stavolta se non hai fatto grossi cambiamenti. Se nel punto 4 hai stravolto completamente il tuo testo, beh, hai tra le mani un nuovo punto 1! Buon lavoro.

Consigli extra per un testo senza errori:

Questi step sono gli ultimi da fare, quelli che rendono il tuo testo già valido un testo valido E senza errori. Mi permetto di darti ancora qualche consiglio:

  • Aiutati con il controllo ortografico del computer, ma non fidarti MAI ciecamente! (Sempre famosa quella volta in cui Documenti di Google ha cercato di convincermi a mettere l’apostrofo tra QUAL e È)
  • Sei indecis* sulla costruzione di una frase? Non ti suona proprio? Cambiala! Mantieni il senso e semplificane la costruzione.
  • Non sei sicur* di come si scriva correttamente una parola? Cercala, l’amico Google saprà aiutarti
  • Affitta un paio di occhi extra che sicuramente sapranno vedere qualcosa che tu non vedi. Offri pagamenti culinari e nessuno saprà dirti di no 😉

Se vuoi approfondire ulteriormente questi argomenti ti consigliamo qualche altra lettura: